Nel precedente post abbiamo parlato dei vantaggi e degli svantaggi dei focus group online. In questo articolo affrontiamo invece le modalità e gli strumenti a disposizione.

Le discussioni condotte online possono essere di due tipologie:

  1. SINCRONE   ossia i partecipanti prendono parte alla discussione nello stesso momento dalle loro postazioni. Questa modalità è quella che si avvicina di più alla situazione classica dei focus group “live”
  2. ASINCRONE   nelle quali i partecipanti non sono obbligati a collegarsi in contemporanea, ma in finestre temporali abbastanza ampie (al limite fino a 24 ore). In questo caso l’interazione si basa su modalità di scambio come i forum o l’e-mail: i partecipanti devono leggere le domande poste dal moderatore e rispondere alle stesse; nel contempo possono leggere i messaggi e i commenti degli altri contribuendo così al dibattito con le proprie considerazioni. Nella modalità asincrona i partecipanti godono pertanto di una maggiore libertà, possono approfondire maggiormente le proprie risposte, riflettere opportunamente prima di esprimere il proprio punto di vista. Lo svantaggio di questa modalità è che l’interazione è discontinua e ciò può tradursi in una partecipazione frammentaria. Alcuni partecipanti omettono di leggere le risposte degli altri venendo così meno l’elemento chiave del focus group, che consiste proprio nell’interazione.

Entrando più nel dettaglio, all’interno delle modalità sincrone possiamo distinguere tra:

FOCUS GROUP ONLINE CON MODALITA’ CHAT

nel quale il moderatore pone delle domande e tutti i partecipanti possono rispondere digitando la propria risposta in una vera e propria chat. Ciascun partecipante può, vedere mano a mano che vengono inviate, tutte le risposte degli altri in ordine di presentazione. A differenza dei gruppi “live” i partecipanti alla discussione possono rispondere contemporaneamente, diminuendo in parte l’effetto di “acquiescenza” indotto nelle discussioni “live” dalle prime opinioni e soprattutto da quelle espresse dai soggetti con personalità più forte. Lo svantaggio più evidente di questa modalità è che ciascuna opinione è espressa in termini sintetici e limitata dal fatto di dover scrivere. E’ chiaro che tra l’espressione verbale e quella scritta c’è una notevole differenza. A questa osservazione si possono poi aggiungere tutti i commenti sull’importanza dell’espressione non verbale già riportati nel precedente post. Per il moderatore la difficoltà maggiore è legata alla necessità di leggere velocemente le risposte in arrivo e riuscire a sintetizzarle mentalmente per poi procedere con le domande successive, siano esse quelle già programmate o domande aggiuntive suggerite dalle risposte appena acquisite. Le piattaforme software dedicate a questo tipo di discussioni cercano di riprodurre la situazione tipica di un focus group live. Ecco quindi che gli ambienti virtuali sono almeno due: (a) la “sala” della discussione, ossia la chat room nella quale interagiscono il moderatore e i partecipanti da remoto, e (b) il back stage nel quale gli osservatori possono seguire la discussione, interagire tra loro e interagire con il moderatore. La durata della discussione si aggira intorno ai 90′. Quello della durata è uno dei limiti della discussione via chat. Difficile poter chiedere ai partecipanti di interagire intensamente con la tastiera per un tempo superiore. Tutta la discussione è registrata in automatico, cosicché è immediatamente resa disponibile agli analisti e al cliente subito dopo la sua conclusione.

FOCUS GROUP ONLINE CON MODALITA’ AUDIO-VIDEO

Alcune piattaforme mettono a disposizione la possibilità di sviluppare la discussione in collegamento audio-video. Ciascun partecipante dovrà ovviamente avere a disposizione una web-cam e il microfono. In questa modalità la discussione si sviluppa con modalità molto simili a quelle classiche e l’unico vincolo è per ciascun  partecipante il possesso delle risorse H&S richieste e la continuità della connessione di rete veloce. In questa modalità i partecipanti sono visibili in diretta tutti contemporaneamente nello schermo, una parte del quale è destinata alla visualizzazione di slide e messaggi del moderatore. La discussione è registrata come file audio-video, per cui deve poi essere trascritta.

Tornando alla modalità asincrona, le discussioni si protraggono in questo caso per più giorni (di solito, da 3 a 5 giorni). Lo stile è quello del Bullettin Board, ossia di un sistema che da la possibilità di collegarsi (con autenticazione) a un servizio di messaggistica con file sharing centralizzato. A ciascun partecipante è richiesto in genere di collegarsi più volte al giorno, in finestre temporali predefinite. Una volta collegato il partecipante dovrà anzitutto leggere i messaggi e i quesiti posti dal moderatore ai quali deve rispondere. Può inoltre leggere le risposte fornite dagli altri partecipanti, tra quelle già disponibili. Come già detto il principale vantaggio di questa modalità di discussione è proprio la possibilità di acquisire contributi molto più approfonditi e meditati. Tra gli altri vantaggi possiamo citare: (i) la possibilità di proporre video o immagini da visualizzare nel tempo opportuno e/o sui quali riflettere con comodo; (ii) la possibilità per il moderatore di esaminare più a fondo le risposte dei partecipanti e dare alla discussione la direzione più consona, potendo rivedere e modificare i propri stimoli anche a distanza di ore; (iii) la possibilità di scrivere senza fretta, con uno stile più completo e potendo rileggere e modificare il testo della propria risposta; (iv) includere nella discussione persone particolarmente impegnate che non possono partecipare a una discussione in orari pianificati; (v) includere nella discussione un maggior numero di partecipanti (da 15 a 20 in genere, contro i 6-8 dei gruppi sincroni); (vi) non essere danneggiati oltremodo dalla eventuale perdita della connessione via internet. Questo approccio consente di acquisire una notevole mole di materiale, tanto che le trascrizioni superano in genere le 100 pagine.

Nei prossimi post esamineremo alcune piattaforme a disposizione.

 

(Online Focus Group: Methodologies and Tools)

In the previous post we discussed the advantages and disadvantages of online focus groups, while in this article we face  the ways and means available.

The online discussions they can be of two types:

  1. SINCRONE, in which participants take part in the discussion at the same time from their workstations. This mode is the one that comes closest to the classic situation of live focus groups
  2. ASINCRONE in which participants are not required to connect simultaneously, but in time windows wide enough (the limit up to 24 hours). In this case the interaction is based on mode of exchange such as forums or e-mail: participants must read the questions posed by moderator and respond to them; at the meanwhile they can read the messages and comments of others contributing in this way to the debate with their considerations. In asynchronous mode therefore participants  enjoy greater freedom, they can go deeper into their answers, they can reflect properly before they express their views. The disadvantage of this method is that the interaction is discontinuous and this can result in a fragmented holding. Some participants do not  read the responses of others thus breaking the key element of focus group, which consists precisely in the interaction.

Entering in more detail, within the asynchronous mode can be distinguished:

FOCUS GROUP ONLINE WITH CHAT MODE.

in which the moderator asks questions and all participants can respond by typing their response in a real chat. Each participant can see, little by little, all the answers of others in order of presentation.

Unlike groups “live” , participants of the discussion they can  answer at once, decreasing the effect of “acquiescence” induced in the discussions “live” by the first review and above all, by the opinions expressed by people with stronger personalities.

The most obvious disadvantage of this method is that each opinion is expressed in synthetic terms and limited by having to write. It’s clear that between the verbal and written expression there is a significant difference.

At this observation you can add then any comments on the importance of the expression nonverbal already reported in the previous post.For the moderator, the hardest part is linked to the need to quickly read the answers incoming and mentally able to synthesize and then proceed with subsequent applications, whether those already planned or additional questions suggested by the newly acquired responses.

For the moderator, the hardest part is linked the need to read quickly the answers incoming and to be able to synthesize them mentally and then proceed with subsequent applications, whether those already planned or additional questions suggested by the newly acquired answers.

Software platforms dedicated to this type of discussion are trying to reproduce the typical situation of a focus group live. Here, therefore, that virtual environments are at least twofold:(a) the “hall” debate, namely the chat room in which interact the moderator and participants remotely, and (b) the back stage where observers can follow the discussion, interaction between them and interact with the moderator. The duration of the discussion is around 90 minutes.

One of the limitations of the discussion via chat is that of the duration. It is difficult to ask participants to interact intensly with the keyboard for a longer time. The entire discussion is recorded automatically, so it is immediately made available to analysts and to the client, after its conclusion.

FOCUS GROUP ONLINE WITH AUDIO-VIDEO MODE.

Some platforms provide the opportunity to develop the discussion in audio-video link. Each participant will obviously have a webcam and microphone to its disposal. In this mode, the discussion develops in a manner very similar to the classic one and the only constraint is that all participants have the required H & S resources  and the continuity of the fast network connection. In this mode, all participants are visible live on the screen at the same time.Part of the screen is intended for viewing slides and messages of the moderator. The discussion is recorded as an audio-video files, whereby must  be transcribed.

Going back to asynchronous mode, the discussions are protracted in this case for several days (usually 3 to 5 days.). The style is that of the Bulletin Board, namely a system that give the possibility of the connection (with  authentication) to a messaging service with centralized file sharing. Each participant is usually required to connect several times a day, in predefined temporary windows. After the connection the participant must first read the messages and questions posed by moderator,  to which must respond. It can also read answers from other participants, among those answers already available.

As mentioned, the main benefit of this type of discussion is opportunity of acquiring much more thorough and pondered contributions. Other benefits can include:

(i) the possibility of bringing video or images to be displayed at the appropriate time and / or to reflect on them comfortable;

(ii) the possibility for the moderator to examine deeper, the answers of participants, and make the discussion in more consonant direction, being able to review and modify their own stimulus even after hours;

(iii) the possibility to write without haste, with a more complete style, and to read and edit the text of its answer;

(iv) the involving in the discussion people particularly occupied, who can not attend a debate in the scheduled times;

(v) the possibility to include in the discussion a greater number of participants (usually 15 to 20, compared with 6-8 groups synchronous);

(vi) not overly damaged by possible loss of Internet connection.

This approach allows acquire a considerable amount of material, so that transcripts exceed typically 100 pages. In the next post we will examine some available platforms .