Qualche giorno fa mi sono ricordato di quando un sindacalista delle Ferrovie dello Stato, alla fine di una riunione nella quale avevo espresso il mio punto di vista su alcune questioni che ci riguardavano, mi disse: “ma tu, fino ad adesso, dove sei stato nascosto ?”. Tema quanto mai attuale: è tutta una vita che lavoro nell’ombra, sempre molto apprezzato e stimato ma in una dimensione molto ristretta. Una scelta inconscia ? Una casualità ? Mah, quale che sia la causa, sono stato “incoraggiato” in questa dimensione da talpa da quasi tutti i miei Committenti, in qualche modo indotto a negare la mia dimensione di consulente esterno o semplicemente reso invisibile all’esterno, appunto.

Come alcuni commercianti che hanno aperto dei bei negozi in vie assolutamente deserte, mi ritrovo periodicamente a interrogarmi sul perché sia così difficile entrare per me in un mercato più ampio, con opportunità importanti e significative. Poi è arrivato il momento di dire basta, così ho iniziato a mettermi in rete: Linkedin, Xing, Facebook, un nuovo sito personale e questo blog.  Scoprendo anche un gusto sconosciuto nell’investire del tempo (o “perdere” del tempo come avrei detto fino a qualche tempo fa) scambiando idee e colloquiando con gente anche sconosciuta.

Quindi cari signori, “eccomi qua”, con i miei limiti e le mie contraddizioni, ma molto, essenzialmente, umano …

Userò questo blog per fotografare pensieri/opinioni sulle questioni che riguardano il mio lavoro, soprattutto con riferimento alle ricerche di mercato e alle analisi dei dati, per condividere idee e progetti, per commentare i fatti più salienti che riguardano l’Italia e l’Europa (sono un convinto europeista, per cui …), ma anche per esprimere stati d’animo del momento. Tutti i commenti sono benvenuti, sia da amici/conoscenti che da persone sconosciute, allo stesso identico modo.

Grazie, un abbraccio virtuale a tutti.